giovedì 23 marzo 2017

Cassazione Civile, Sez. III, 07 Marzo 2017, n. 5609-17 la corte ha sottolineato "Affinché una convenzione relativa agli interessi ultralegali sia validamente stipulata, deve avere forma scritta e contenere l’indicazione della percentuale del tasso di interesse in ragione di un periodo predeterminato, ai sensi dell’art. 1284, comma 3, c.c., che è norma imperativa. Tale condizione – dall’entrata in vigore della l. n. 154/1992 – può dirsi soddisfatta solo quando il tasso di interesse è desumibile dal contratto, senza alcun regime di incertezza o di discrezionalità in capo all’istituto mutuante.”

http://www.delittodiusura.it/risultati-raggiunti/cassazione-civile/homepage/cassazione-civile-sez-iii-07-marzo-2017-n-5609-17-la-corte-ha-sottolineato-affinche-una-convenzione-relativa-agli-interessi-ultralegali-sia-validamente-stipulata-deve-avere-forma-scritta-e-contenere-l-indicazione-della-percentuale-del-tasso-di-interesse-in-ragione-di-un-periodo-predeterminato-1490267721b.html

Nessun commento:

Posta un commento